VIVA I FUMETTI / VIVA L’ANIMAZIONE

Di Enrico, 16 dicembre 2014
enrico

Sunrise Winter Concert – Tre Allegri Ragazzi Morti, Rocca del Santuario di Monrupino (Trieste), giovedì 18 dicembre, 7.30/8.00

per sito tarmPICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE

I concerti all’alba stanno prendendo piede in molte località turistiche italiane e soprattutto europee. Si celebra il sorgere del sole come evento che coincide con l’idea della rinascita. E la musica di un concerto sottolinea e accompagna meglio di ogni altro cerimoniale questo evento. La scelta inconsueta è l’alba invernale in un luogo immerso in un paesaggio unico al mondo, il Carso. La natura che si risveglia ha una magia propria e la sua scoperta o riscoperta sottintende la analoga possibilità di una scoperta o riscoperta anche di noi stessi. Il concerto d’inverno si collega a un film d’animazione, Aubade, del giovane autore pordenonese Mauro Carraro (Nadasdy Film, Svizzera, 2014), che verrà proiettato durante la serata del Piccolo Festival dell’Animazione, il 17 dicembre a Trieste al teatro Miela. Dal soggetto del film al concerto vero e proprio il passo è breve e sono Tre allegri ragazzi morti a essere contagiati dalla potente mistura di un atto mitico in un paesaggio altrettanto mitico.
Inerpicati sull’altura della rocca di Monrupino, antistante il santuario, un palco naturalissimo, suoneranno alla luce dell’alba le loro canzoni. Dalle 7.30 alle 8.00 aspetteremo di vedere aprirsi l’orizzonte verso est, sulle radure carsiche, a perdita d’occhio. Il concerto è organizzato dall’Associazione Vivacomix in collaborazione con l’Associazione Dobialab e La Tempesta, partner, la Casa del Cinema di Trieste, e con il contributo della Regione Friuli Venezia Giulia.

10553385_10152759449514004_4997741658699656247_n

È disponibile nel negozio de La Tempesta il bellissimo libro Vent’anni di comunicazione visiva nel laboratorio di Tre allegri ragazzi morti. Quattrocento pagine pubblicate da Rizzoli Lizard che raccolgono tutto il materiale grafico creato dal gruppo di Pordenone in questi venti anni di attività. Alle prime duemila copie disponibili online sarà allegato un fantastico regalo, un esclusivo CD numerato del live Unplugged che Tre allegri ragazzi morti hanno tenuto la scorsa estate a Cagliari. Segui il link per saperne di più e per ordinare la tua copia!

Trailer

La Tempesta concerti presenta:

Tre allegri ragazzi morti & Sick Tamburo team up
(Dicembre, Pordenone spacca!)

11-12-14 Torino – Hiroshima Mon Amour
12-12-14 Ponte San Giovanni (Pg) - Afterlife
13-12-14 Roma – Atlantico
19-12-14 Taneto di Gattatico (Re) – Fuori Orario
20-12-14 Firenze – Auditorium Flog
22-12-14 Milano – Alcatraz
23-12-14 Pordenone – Naonian Concert Hall

Solo nel mese di dicembre 2014 i due gruppi di Pordenone si incontrano per un tour senza precedenti. SICK TAMBURO, la rivelazione discografica dell’anno con “Senza vergogna”, e TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI nel loro ventesimo anno di attività, si confrontano per sette date imperdibili nei più prestigiosi palchi della penisola. Una festa di musica e immagine, il mondo visto con gli occhi della maschera, gli immaginari di due gruppi che per un mese incrociano le loro strade e i loro strumenti. Sette serate a tutto volume per guardare il mondo da dentro la maschera.
TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI & SICK TAMBURO, il sound di una città che ha dato i natali al punk Italiano e che a trent’anni di distanza ha innescato a La Tempesta, collettivo musicale fulcro della nascita della nuova musica indipendente italiana.

Tre allegri ragazzi morti & Sick Tamburo team up

La Tempesta al Rivolta IV

Di Enrico, 10 ottobre 2014
enrico

Tre allegri ragazzi morti / Unplugged

Di Enrico, 30 luglio 2014
enrico

Cagliari

Venerdì 8 agosto al Teatro Civico di Cagliari si terrà il primo concerto completamente unplugged di Tre allegri ragazzi morti. Per festeggiare i loro vent’anni di attività hanno infatti deciso di proporre in Sardegna un concerto assolutamente esclusivo, perché la Sardegna è uno dei luoghi dove l’affetto e l’amore per la loro musica si sono radicati fin dagli albori.

Un concerto esclusivo in un luogo esclusivo, il Teatro Civico di Cagliari, situato sul bastione della città, luogo ideale per l’atmosfera che il gruppo vuole regalare al pubblico cagliaritano. In circa due ore di musica Tre allegri ragazzi morti offriranno le canzoni più conosciute, tratte dai loro sette album in studio, e alcune cover di gruppi italiani come Il Pan del Diavolo e The Zen Circus, gruppi sostenuti da La Tempesta, il collettivo artistico innescato proprio da Tre allegri ragazzi morti nel 2000.

Sul palco Davide Toffolo, Luca Masseroni ed Enrico Molteni coadiuvati da Andrea Maglia suoneranno strumenti rigorosamente acustici. Chitarre, basso, batteria e diatonica. Una serata per cantare a squarciagola le canzoni di Tre allegri ragazzi morti. Un esorcismo collettivo contro le difficoltà dell’esistere che viene presentato in questa forma per la prima volta.

Il disegno della locandina è di Davide Toffolo. #tarm20

Mi ami (Mi basterà una vita)

Di Enrico, 6 giugno 2014
enrico

Tre allegri ragazzi morti per principianti

Di Enrico, 21 maggio 2014
enrico

locandinaweb

“Per principianti”, questo è il titolo del tour estivo 2014 che celebra i vent’anni di
attività di Tre allegri ragazzi morti, il gruppo indipendente più amato d’Italia. “Per
principianti”, come i volumi giallo fluorescente “For Dummies” che affollano le nostre
librerie dopo averci insegnato qualsiasi cosa: usare un iPod, parlare cinese, riconoscere le
razze dei gatti e tutto il resto dello scibile umano.

L’idea è quella di proporre a chi si avvicina solo ora al trio mascherato di Pordenone una
panoramica antologica simile ad un greatest hits, tale da poter permettere anche ad un
principiante di esclamare a fine concerto: “Li conosco bene, sono i migliori!”. Un vasto
pubblico si è infatti avvicinato al gruppo dopo gli ultimi dischi (Nel giardino dei fantasmi
è del dicembre del 2012), dischi che hanno avuto forti attestati di stima anche da parte di
artisti della musica popolare come Jovanotti, che li ha voluti con sé nel suo tour degli stadi
la scorsa estate. Vent’anni in due ore. Sarà quindi un concerto all’insegna del divertimento e
della musica, tutte le canzoni che sono state la colonna sonora di ormai tre generazioni.

Il tour partirà dal Magnolia di Milano venerdì 6 giugno, Tre allegri ragazzi morti
saranno infatti ospiti della prima giornata della decima edizione del Miami Festival. Il tour
toccherà molte delle città italiane più importanti per la storia del gruppo; da Trieste a
Brescia, da Roma a Torino per arrivare fino a Taranto, senza dimenticare la provincia
italiana da sempre motore della scrittura di Davide Toffolo, cantante e celebre fumettista (il
suo ultimo libro Graphic Novel Is Dead è uscito per la Rizzoli/Lizard ad inizio 2014).

Un altro appuntamento importante del tour “Per principianti” sarà sabato 26 luglio a
Soliera, in provincia di Modena, per la sesta edizione del festival de La Tempesta,
l’etichetta con la quale Tre allegri ragazzi morti hanno dato voce alla nuova musica italiana.
Il titolo di quest’anno è “La Tempesta, l’Emilia, la Luna”, maggiori informazioni su
www.latempesta.org.

Al centro dell’estate, e precisamente l’8 agosto nel prestigioso Teatro Civico di Castello a
Cagliari, Tre allegri ragazzi morti si esibiranno nel loro primo e per ora esclusivo
concerto unplugged, un nuovo modo per incontrare le parole e la musica del gruppo
friulano.

Questo 2014 vuole essere, come esplicitato dalle parole di Davide, un anno di semina,
come lo è stato il primo, il 1994. Un anno nel quale sperimentare cose che poi verrano
sviluppate negli anni successivi. Il 2014 si è aperto con il Musical Lo Fi di Eleonora Pippo
tratto dalla storia a fumetti Cinque allegri ragazzi morti. Subito dopo è uscita
l’autobiografia a fumetti di Toffolo Graphic Novel Is Dead che è stata portata in una lunga
tournée di presentazione con l’omonimo spettacolo, dove si è espressa la parte comica
dell’estro dell’autore. Ad aprile c’è stato il tour Aprile 1994 nel quale il gruppo ha
riproposto e ritrovato l’energia del concerto delle origini. A maggio l’incredibile incontro
con la big band Abbey Town Jazz Orchestra nella data unica intitolata Quando eravamo
swing. Ma l’anno non è ancora finito e Tre allegri ragazzi morti promettono altre
spettacolari novità.

#tarm20, una festa lunga un anno.

La Tempesta, l’Emilia, la Luna

Di Enrico, 8 maggio 2014
enrico

sito tarm

Quando eravamo swing

Di Enrico, 27 aprile 2014
enrico

VENERDÌ 16 MAGGIO
ore 21 30 – INGRESSO GRATUITO
www.sextovintage.it

Quando eravamo swing

Esclusiva assoluta
Sexto Vintage
Sesto al Reghena (Pn)
Piazzale Burovich / h.21:30
Ingresso gratuito

Il 16 maggio Tre allegri ragazzi morti, i paladini della musica indipendente nazionale, incontrano la big band jazz più prestigiosa d’Italia, la Abbey Town Jazz Orchestra, in un concerto in esclusiva assoluta, ad ingresso gratuito, presso l’Abbazia di Sesto al Reghena (Pn) nella manifestazione “Sexto Vintage”.

Dieci canzoni di Tre allegri ragazzi morti sono state selezionate dal loro vastissimo repertorio e nuovamente arrangiate nello stile delle grandi orchestre jazz: La mia vita senza te, Prova a star con me un altro inverno a Pordenone, Signorina Primavolta, Puoi dirlo a tutti, Il principe in bicicletta, Volo sulla mia città, Il mondo prima sono solo alcune delle canzoni presentate, insieme ad uno speciale riadattamento in italiano del famosissimo “Hit the Road Jack”, che diventa Sparisci Davide.

Come nella tradizione delle big band, i solisti, di volta in volta Davide Toffolo (il cantante), Luca Masseroni (il batterista), Enrico Molteni (il bassista) e Andrea Maglia (il nuovo chitarrista) si alterneranno sul palco sostenuti dalla potenza dei quindici fiati, del piano, del contrabbasso, della chitarra e della batteria dell’orchestra.

Diretta dal grande pianista Bruno Cesselli, la Abbey Town Band si rivela ancora una volta una delle perle più luminose del panorama musicale italiano, già al fianco di grandi artisti come Renzo Arbore e Ray Gelato, per citare alcuni di quei grandi nomi che oggi hanno la forza e l’entusiasmo di incontrare la musica indipendente italiana.

Per Tre allegri ragazzi morti questo concerto è un’occasione irripetibile, che si inserisce nell’anno di iniziative di festa e celebrazioni per il 20° anno dalla loro nascita.

Davide, come un crooner degli anni ’50, rivela tutta la componete più sentimentale della scrittura di Tre allegri ragazzi morti, in uno strano incontro tra musicalità classica e racconto contemporaneo, dove la figura femminile viene ridisegnata nella caratteristica forma di Tre allegri ragazzi morti e il mondo, magico e tragico, viene sostenuto da una musica che Davide ha definito taumaturgica.

La musica sicuramente più viva oggi in circolazione, per una serata imperdibile!

Ufficio stampa – Daniela Odri Mazza – E-mail: odri.mazza@gmail.com – Tel: 333 4066983

1° maggio a Taranto

Di Enrico, 26 aprile 2014
enrico

taranto00