Moltheni – Toilette memoria

Di Enrico, 9 Agosto 2006

Moltheni riprende il cammino introverso di Splendore Terrore e lo fa dopo aver affinato le proprie armi. Lo fa in compagnia di guest illustri come Franco Battiato, Verdena, Marta sui Tubi. Il risultato? Una manciata di canzoni “da camera”, tra folk, pop, musica classica e galleggiamenti psichedelici che ti conquistano lentamente e poi non ti mollano più.

A ottobre, ovunque
MOLTHENI
TOILETTE MEMORIA
(La Tempesta – Venus)

molthfolk.jpg

TOILETTE MEMORIA Preannunciato dalle radio (con un ep realizzato in edizione limitata di circa 60 pezzi destinati solo ai media che contiene tre brani, “L’Età Migliore”, “L’Amore d’Alloro” e la sua versione de “Il Tempo di Morire” di Battisti) esce finalmente a ottobre Toilette Memoria, il nuovo album di Moltheni.
Con evidenti richiami psicologici e di liriche all’album precedente Splendore Terrore, il nuovo lavoro del songwriter bolognese (d’adozione) rivela un sapore folk e un dichiarato amore per una certa forma di cantautorato inusuale; l’atmosfera più nitida e la dolcezza di fondo che non risparmia ipnosi e gemme inaspettate, fanno si che ne scaturisca un disco come non se ne sentivano da molto tempo in Italia.
Oltre agli ospiti illustri come Alberto e Luca Ferrari dei Verdena (in “Cavalli sciolti del nord”), e Carmelo Pipitone dei Marta sui tubi (steel guitar in “Deserto biondo”), Moltheni tenta, rielabora e, con successo, avanza, e ha il coraggio di colui che conosce bene la propria strada e sa che il suo destino artistico non ha riferimenti nella quantità ma nella qualità, più che mai.

Ecco un paio di MP3 tratti dal nuovo disco:
Nella mia bocca
L’età migliore

Da segnalare inoltre tra i guest un nome “pesante” come quello di Franco Battiato.
Il celebre artista italiano ha cantato in “Sento che sta per succedermi qualcosa”. “È una canzone che non poteva che essere interpretata da Battiato… ”, ha dichiarato Moltheni, “per il significato e per la profondità delle parole e della cornice sonora”.
Sul proprio disco Moltheni ha dichiarato; “È un leggero ritorno indietro, non fino a “Natura In Replay”, nelle nuove registrazioni c’è molta più qualità; abbiamo registrato in analogico come i precedenti album, ma con una marcia in più. Toilette Memoria è molto suonato e caratterizzato da momenti ipnotici, psichedelici tipici del mio modo di scrivere. A tratti può ricordare Elliott Smith”.
Il disco è stato registrato presso l’Alpha dept. studio di Bologna (lo studio dei Giardini di Mirò) da Giacomo Fiorenza e prodotto da Salvatore Russo per l’etichetta La Tempesta di Tre Allegri Ragazzi Morti e verrà distribuito da Venus.
Toilette Memoria di Moltheni, a ottobre, ovunque, per voi.

BIOGRAFIA
Moltheni è un cantautore tra i più interessanti della nuova generazione.
Dopo un bellissimo album d’esordio (Natura in replay, 1999), nel 2000 partecipa a Sanremo.
L’anno dopo è la volta del secondo album: Fiducia nel nulla migliore.
Nel 2004 esce il suo terzo disco: Splendore Terrore.
Oggi Moltheni torna in scena con il suo quarto album: Toilette Memoria.

IL VIDEO

LINKS
MySpace
Sito ufficiale
Indie for bunnies – Recensione
Blow Up – Recensione
Mucchio Selvaggio – Recensione
Rumore – Recensione
XL – Recensione

UFFICIO STAMPA
LUNATIK – 035 833 676 – info@lunatik.it