Il reggae d’inverno

Di Enrico, 20 gennaio 2017
enrico

Col nuovo video di “E invece niente” Tre allegri ragazzi morti tornano ad abitare l’immaginario fantastico, incontrando, per la prima volta dopo i fumetti e i cartoni animati, il teatro di figura. L’antropomorfa “mano esploratore” arriva a bordo del suo razzo spaziale in un pianeta solo apparentemente disabitato. Spiato da un essere a lui simile di colore blu, l’esploratore si lancia in un forsennato inseguimento.

L’immaginazione resta la chiave giusta per capire Tre allegri ragazzi morti, che con questo video lanciano una nuova forma di turismo. Si chiama “micro-turismo” e vede la possibilità di immaginare turismo avventuroso su spazi anche consueti. Bastano un paio di piccole scarpe argentate, la propria mano o quella di un amico, un telefonino e ogni luogo, anche molto conosciuto, può diventare un set per avventure fantastiche.

Da un’idea di Davide Toffolo e Paulonia Zumo sviluppata da Egg Creative Staff di Genova.

♫ PS – Fatti anche questo: “E invece dub”.